Novità assoluta: pompa di calore con tecnologia a idrogeno

Che cos’è la pompa di calore a idrogeno?

La pompa di calore con tecnologia a idrogeno è una pompa di calore  elettrica (aria-acqua) ibrida, dotata di una nuova tecnologia elettromeccanica che garantisce una continua produzione di calore ad alta temperatura (e a basso costo). Un sistema di produzione di calore rivoluzionario per il settore termoidraulico proposto dalla Società Bonaguidi&Giusti Associati srl che attiva dal 2009 nel settore dell’efficienza energetica, si rivolge a professionisti, privati ed enti pubblici con soluzioni tecnologicamente avanzate, ecologiche ed economiche, adatte a soddisfare esigenze energetiche di tipo residenziale e industriale.

Come funziona la pompa di calore ibrida?

Il primo principio è quello che contraddistingue tutte le pompe di calore, cioè la capacità di “rubare” l’energia termica all’esterno per renderla disponibile all’ambiente interno. Il secondo riguarda invece la successiva fase di riscaldamento e si basa appunto sull’utilizzo dei legami a idrogeno che riuscendo a creare un effetto costante, dà la possibilità alla macchina di cedere molta energia termica all’utenza, con rendimenti e temperature uniche.

La tecnologia è al 100% elettrica e non prevede alcuna combustione al suo interno; consente un riscaldamento ad alte temperature con rendimenti costanti (la temperatura di mandata arriva fino ai 110 gradi), indipendentemente dalle condizioni di temperatura, pressione e umidità esterne.

Target di clientela e convenienza

La pompa di calore è un sistema efficiente e sempre più diffuso e si presenta come soluzione ideale quando si valuta una sostituzione globale del proprio impianto di generazione termica puntando ad un sistema unico di riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria.

Per le sue caratteristiche la pompa di calore ibrida si rivolge ad un target di clientela dotato di ambienti molto ampi, come agriturismi, alberghi, centri sportivi o industrie che abbiano un impianto a gasolio o gpl, in zone dove portare il combustibile è difficile ed è quindi conveniente passare alla sola alimentazione elettrica.

Su consumi medi, rispetto alla classica caldaia a metano, il sistema della pompa di calore ibrida consente di risparmiare fino al 49% della spesa; rispetto ad una a gasolio, il vantaggio è addirittura del 64%.

L’idea portante alla base di questa proposta è quella di un sistema ‘All-in- One’. Con l’installazione di un solo dispositivo, che autonomamente gestisce tutte quelle procedure sofisticate di difficile controllo e manutenzione, il cliente ha la possibilità di fruire, chiavi in mano, di un sistema di riscaldamento performante.

Quali sono i vantaggi?

Nel dettaglio, riassumiamo i vantaggi di questa innovativa pompa di calore:

  • Rapida installazione;
  • Efficace comunicazione tra i componenti;
  • Sistema All-in-one;
  • Minor costo di creazione del sistema e di manutenzione;
  • Facilità d’uso;
  • Annullamento dell’effetto thermal lift ;
  • Massimizzazione del rendimento termico;
  • Massima adattabilità e flessibilità dell’erogazione di potenza;
  • Customizzazione della resa;
  • Massimo comfort indipendentemente dalle condizioni climatiche esterne; 
  • Abbattimento dei costi di allacciamento al metanodotto e al sito di stoccaggio del combustibile;
  • Abbattimento dei costi di creazione e manutenzione della canne fumarie;
  • Abbattimento dei costi per la creazione di appositi locali tecnici;
  • Assenza di procedure burocratiche legate a prescrizioni antincendio;
  • Ecobonus fiscale del 65% per tutto il 2017;
  • Superammortamento del 140%;
  • Recupero dell’investimento in breve tempo (circa2-3 anni);
  • Garanzia estendibile fino a 10 anni.