Incentivi e bandi

Per gli interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici l’attuale panorama normativo italiano prevede incentivi sotto forma di detrazioni fiscali, finanziamenti a tasso agevolato e rilascio di contributi a fondo perdutotramite bandi regionali.

La Società Bonaguidi & Giusti Associati srls è in grado di selezionare per te un contributo ad hoc tra quelli disponibili in base al il tipo di intervento previsto e di produrre la documentazione tecnica finalizzata all’ ottenimento degli incentivi.

 

Bando ISI INAIL 2015: contributo a fondo perduto fino al 65% per la bonifica da materiale contenente amianto.

Con il bando Isi 2015 l’ Inail rinnova il proprio impegno per migliorare i livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, mettendo a disposizione delle imprese 276.269.986 euro di contributi a fondo perduto per la realizzazione di interventi in attinenza compresi tra un minimo di 5.000 euro e un massimo di 130.000 euro. La somma rappresenta la sesta tranche di un ammontare complessivo di oltre 1,2 miliardi di euro stanziato dall’ Istituto a partire dal 2010. Novità rilevante del bando Isi 2015 è rappresentata dall’introduzione di uno specifico asse di finanziamento dedicato ai progetti di bonifica da materiali contenenti amianto. Le aziende interessate potranno inserire le proprie domande dal 1° marzo al 5 maggio 2016sul portale dell’Inail.

Lo stanziamento è ripartito in budget regionali. Gli incentivi Isi vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande. Il contributo viene erogato a seguito del superamento della verifica tecnico-amministrativa e la conseguente realizzazione del progetto ed è cumulabile con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito (ad esempio quelli gestiti dal Fondo di garanzia delle Pmi e da Ismea). I soggetti destinatari dei contributi sono tutte le imprese, anche individuali, ubicate sul territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura. Le imprese possono presentare una sola domanda in una sola Regione o Provincia Autonoma.

Se sei interessato ad usufruire di questo incentivo per migliorare i livelli di salute e sicurezza della tua impresa realizzando un intervento di bonifica da materiali contenenti amianto, la Società Bonaguidi & Giusti Associati srls tramite azienda specializzata nel settore è in grado di affiancarti nella gestione della pratica per accedere al fondo perduto.

Suggerimento: Per massimizzare i benefici dell’intervento e incrementare l’efficienza energetica e quindi la resa economica della tua attività ti consigliamo di unire all’ intervento di bonifica della copertura da materiale contenente amianto, l’installazione di un impianto fotovoltaico.

Contattaci subito per ricevere tutte le informazioni e per programmare il sopralluogo di un nostro esperto. Accetteremo domande di accesso al bando solo fino al 5 aprile 2016!

 

Riqualificazione energetica : ecobonus 65%

La Legge di Stabilità201 6 (Legge n. 208 del 28 dicembre 2015) ha prorogato al 31 dicembre 2016, nella misura del 65% , la detrazione fiscale per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici . Nella stessa misura è prevista anche la detrazione per gli interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali e per quelli che riguardano tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio .

Dal 1° gennaio 201 7 l’agevolazione sarà invece sostituita con la detrazione fiscale del 36% prevista per le spese relative alle ristrutturazioni edilizie.

L’agevolazione fiscale consiste in detrazioni dall’Irpef  o dall’Ires ed è concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti.

In particolare, le detrazioni sono riconosciute se le spese sono state sostenute per:

  •  la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento
  •  il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni – pavimenti – finestre, comprensive di infissi )
  •  l’installazione di pannelli solari
  •  la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con sistemi a pompa di calore.

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti residenti e non residenti,  che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile oggetto di intervento.

 

Tax credit : opportunità per strutture alberghiere e ricettive

Con il D.M. 7 maggio 2015 il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo mette a disposizione delle strutture alberghiere 50 milioni di euro fruibili tramite un credito d’imposta pari al 30% del totale delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2016 per gli interventi di seguito elencati:

        1. interventi di riqualificazione edilizia

        2. interventi di eliminazione delle barriere architettoniche

        3. interventi di incremento dell’efficienza energetica

        4.  acquisto di mobili e componenti d’arredo destinati

Le strutture alberghiere che possono accedere a tale credito d’imposta sono:

  • gli alberghi
  • i villaggi albergo
  • le residenze turistico-alberghiere
  • gli alberghi diffusi

Se sei interessato ad usufruire delle agevolazioni statali e pensi che sia il momento giusto per rilanciare la tua attività sappi che investire nella riqualificazione edilizia ed energetica  è un’ottima opportunità.